Archivio mensile:ottobre 2011

Non risolve i problemi, ma…

Swimming is one of the best things in my life. It has never solved any problems, but it has done no harm, and nothing has ever ruined it for me. Swimming. (Murakami Haruki)

Annunci
Contrassegnato da tag , , ,

Questione di accento

Che poi, si fa pure più fatica…

Devi ricordarti che, stando sopra, ha bisogno di essere sollevato.

Devi ricordarti di usare entrambe le mani, o almeno due dita. E pure in posizione scomoda.

Devi ricordarti che poi tutto deve tornare in basso, prima che urla involontarie o chiari segni di incuria prendano spazio.

 

Cazzo, non è poi così difficile ricordarti del fatto che sia

è

la terza persona singolare del presente indicativo del verbo essere!

Contrassegnato da tag , ,

Violent delights (o dell’amore “temperato”)


These violent delights have violent ends
And in their triumph die, like fire and powder,
Which as they kiss consume: the sweetest honey
Is loathsome in his own deliciousness
And in the taste confounds the appetite:
Therefore love moderately; long love doth so;
Too swift arrives as tardy as too slow.
(R&J, II,6)
(grazie a Giorgia per avermelo fatto tornare alla mente)
Contrassegnato da tag , ,

En attendant…

Sono troppo impaziente.
I minuti sono ore, i giorni sono mesi, i mesi anni.

E controllo continuamente che ore sono.
Il che fa solo scorrere il tempo più lento.

E cerco segni dell’arrivo del tanto atteso.
Segni a cui non credo. Segni che non vedo.

Contrassegnato da tag , ,

1Q84

 

 

 

 

 

Amo Murakami Haruki.
(work in progress)

 

Contrassegnato da tag , ,

Non conosco l’autunno

Io non conosco l’autunno.
Quello dei colori caldi.
Quello delle castagne.
Quello dell’impigrimento per il freddo che arriva.

Qui gli alberi restano verdi.
Qui intorno non ci sono castagni.
Qui, al massimo, si rannuvola un po’ di più.
Fa solo più freddo e si accorciano le giornate.
E io me ne andrei in letargo fino alla prossima estate
(saltando la primavera con le sue belle riniti).

Dai muri

...escono persino dai muri!

I libri sono la mia grande passione. Tanto da rasentare il feticismo.
Tanto da comprare le nuove edizioni dello stesso libro.
Tanto da comprare la stessa edizione dello stesso libro.
Più volte.
E leggerle tutte.

Contrassegnato da tag , ,

Eclypse

 

Al banco informazioni della nave da crociera,
anziani americani obesi e vestiti in modo improbabile
fanno domande altrettanto improbabili sulla Sardegna
confondendola con la Sicilia. WTF!

 

 

 

 

 

Esercitazione antincendio sulla nave.
L’intera sezione sud-est asiatica dell’ONU
è schierata davanti a me in divisa e salvagente.
Non parlano, ma mi sorridono abbassando leggermente la testa.

Contrassegnato da tag , ,

Eccheccaz!

vignetta

 
Passi che la macchina è di nuovo da meccanico:
le macchine, si sa, si guastano, specie quando sono vecchie.

Passi che il meccanico ha dato via tutte le auto di cortesia:
non posso mica essere la sua unica cliente.

Passi che sulla macchina a noleggio, dopo nemmeno mezz'ora, buco una gomma:
gli pneumatici, si sa, possono bucarsi.

Passi che il noleggiatore mi dice di aspettare il soccorso stradale: sono una donna,
mica credono al fatto che sono perfettamente in grado di cambiare una gomma.

Passi che il soccorso stradale ci metta più di un'ora ad arrivare: 
è l'ora di pranzo e tutti hanno diritto di mangiare con calma.

Ma che mentre aspetto mi mangino le zanzare, a ottobre, è davvero troppo!
Contrassegnato da tag , ,

Compiti (per interposto nipote)

Che poi una mica se lo ricorda davvero com’era fare i compiti in prima elementare. Specie se ha passato i quarant’anni e la prima elementare non l’ha nemmeno fatta perché la mamma diceva “È tanto brava, sa leggere da quando aveva 4 anni e scrivere da quando ne aveva 5!” (e lei ne aveva effettivamente ancora 5).

Le e minuscole piccoline, poi, che vuoi che siano. Un ricciolo, in pratica.

Ma il nipotastro si ribella e dice: “Zia, se ti piacciono tanto, falle tu!”

Contrassegnato da tag , , ,