Archivio mensile:novembre 2011

Non so cucinare

Davvero, sono negata.

Ma se capita – e capita, raramente, ma capita – guardo i programmi di cucina in TV come se fossi drogata.

Resto lì a fissare lo schermo, come quando vedo una persona brutta, ma brutta brutta, e non riesco a distogliere lo sguardo, anche se so che è inopportuno stare lì a fissarla.

Fisso zuppe, consommé, carbonare, soufflé, stufati e arrosti, ma non ne traggo nessun vantaggio pratico.

A parte la salivazione pavloviana, naturalmente.

Annunci
Contrassegnato da tag , ,

Se no, dove sta il divertimento?

Le mollette sono un’ossessione.
Il loro colore è importante: per l’ordine sullo stendino e rispetto al colore del capo che devono reggere.

Devono essere uguali se sono in due, diverse se sono a fianco, complementari se sono davanti o dietro.

Stendere il bucato è stressantissimo.

Certo, potrei comprare mollette tutte uguali.

Ma che gusto ci sarebbe?

Contrassegnato da tag , ,

ECCERTO!

E io mi metto in casa questo coso per amplificare la musica dell’iPhone.

Un’impianto stereo normale no, eh?

Contrassegnato da tag , ,

E poi…

E poi arriva quel momento che non sono più giorni ma ore.
E non migliora.
Anzi, si dilata il tempo delle elucubrazioni e degli “e se”.

 

Impazienza

Contrassegnato da tag